Servizio Gestione Rifiuti - modulistica

NB: l'instante deve essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione italiana o quella del Paese di residenza.

Mod. A: autorizzazione unica per la realizzazione e la gestione di discarica per rifiuti pericolosi / non pericolosi (ai sensi degli artt.. 208 e 210 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e del D.Lgs. 36/2003);

Mod. B: autorizzazione unica per la realizzazione e la gestione di discarica per rifiuti inerti (ai sensi degli artt.. 208 e 210 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.);

Mod. C: autorizzazione unica per la realizzazione e la gestione di impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti (ai sensi degli artt.. 208 e 210 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.);

Mod. D: autorizzazione unica per impianti di autodemolizione (ai sensi degli artt. 208 e 231 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e degli artt. 6 e 15 del D.Lgs. 209/2003);

Mod. E: autorizzazione all'esercizio di un impianto mobile di smaltimento e/o di recupero (ai sensi dell'art. 208 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.);

Mod. F: autorizzazione unica di impianti di ricerca e sperimentazione (ai sensi dell' art. 211 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.);

Mod. G: recupero di materia rifiuti speciali non pericolosi (allegato 1 D.M. 05/02/98 e s.m.i.).

Le comunicazioni in materia di rifiuti di cui all'art. 216 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., presentate da gestori che non intendono avvalersi dell'autorizzazione unica ambientale, devono essere presentate al SUAP di competenza utilizzando il modello regionale secondo quanto previsto dal regolamento 5/R/2015.

In base al regolamento stesso ciascun SUAP può optare per l’implementazione diretta di un proprio servizio di compilazione guidata, ovvero avvalersi del servizio digitale regionale reso disponibile sul portale regionale Sistemapiemonte.

Ciascun SUAP dovrà fornire le relative istruzioni sul proprio portale indicando la modalità prescelta e indirizzando il richiedente ai rispettivi servizi telematici di presentazione delle istanze.

Pertanto il gestore che intende presentare le comunicazioni in materia di rifiuti di cui all'art. 216 del D.Lgs. 152/2006  e s.m.i., deve accedere al sito del SUAP competente e seguire le indicazioni fornite dal medesimo.

Ove il SUAP non avesse provveduto ad allestire il proprio servizio per la presentazione di tale comunicazione o a garantire l’informazione necessaria, la domanda può essere presentata attraverso il servizio digitale regionale disponibile all’indirizzo:

http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/ambiente-e-energia/servizi/804-valutazioni-e-adempimenti-ambientali

Per eventuali problemi di natura informatica legati alla procedura regionale, si può inviare un messaggio all’indirizzo assistenza.sira@regione.piemonte.it oppure chiamare numero verde 800.450.900 (scelta 2 - Sistema Piemonte; scelta 5 - assistenza alla procedura on line) da telefono fisso (non sono abilitati i cellulari). Il servizio è attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 17.30.

Mod. H: recupero di energia rifiuti speciali non pericolosi (allegato 2 D.M. 05/02/98 e s.m.i.);

Utilizzare la stessa procedura indicata nel modello G

Mod. I: autorizzazione all'utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura (ai sensi dell'art. 9 del D.Lgs. 99/1992 e s.m.i. e del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.);

Mod. L: variazione sede legale e/o denominazione sociale;

Mod. M: variazione responsabile tecnico impianto

Mod. N: istanza volturazione autorizzazione per cessione azienda

Mod. O: istanza per certificazione completamento interventi siti contaminati.doc

Aggiornato il 19.07.2018
© Provincia di Cuneo 1999 - 2018